home

 

archivio di storia directory

ABBAZIE, CERTOSE E GRANDI MONASTERI  IN ITALIA

introduzione

foto e collegamenti

Il monachesimo, sviluppatosi particolarmente nel medioevo, ha lasciato nelle diversi parti d'Italia un importante patrimonio storico e culturale. Le classificazioni dei conventi derivano in genere dal diritto canonico e dal loro status di autonomia.


interno dell'Abbazia di Vezzolano in Piemonte (prov Asti), foto © Gian Marco Valente-dreamstime

In diversi casi la creazione di monasteri deriva dall'esperienza di Cluny in Borgogna o dagli orientamenti dell'ordine cistercense che si era creato -nella stessa regione francese- nella diversa località di Citeaux. I due riferiti ordini muovevano comunque dalle diffuse ed articolate regole di San Benedetto da Norcia (480-547) che, dopo diversi approfondimenti spirituali, aveva fondato il celebre monastero di Montecassino presto seguito da San Gregorio Magno (540-604) che- proprio a Roma- aveva fondato un monastero al Celio.



la certosa di Pavia

Le certose-invece- derivano dall'ordine monastico fondato da San Bruno nel 1084 con l'istituzione della Grande Chartreuse in un località montana non distante da Grenoble. La più grande certosa in Italia è quella di Padula (Salerno) fondata nel 1306, ma per i suoi aspetti artistici è famosa anche quella di Pavia.


celle alla Verna nel Casentino
nel santuario anche opere di Andrea della Robbia ecc.

 


Nel dettaglio gli ordini monastici sono poi numerosi (camaldolesi, olivetani, cassinesi e via discorrendo). Esistono ovviamente anche ordini monastici al femminile. In alcuni casi conventi, furono istituiti sulla base di iniziative di personaggi del luogo piuttosto che come filiazione di monasteri più importanti. Spesso alcuni di questi luoghi sono chiamati "badie" in base a classificazioni ecclesiastiche.

I conventi che hanno interessanti opere d'arte sono diversi e fra i tanti, oltre la citata Verna, vanno anche segnalate l'Abbazia di Monte Oliveto Maggiore nel Senese che vanta anche alcuni affreschi del Signorelli e quella fiorentina di San Miniato al Monte con belle opere specialmente nella chiesa abbaziale.

Per l'arte alcuni monasteri femminili a Roma sono fortunati: nel convento  attiguo alla chiesa romana di Santa Cecilia (Trastevere) si può vedere un bel frammento di un affresco del Cavallini, pure molto interessanti sono i dipinti nel monastero annesso alla famosa chiesa di Trinità dei Monti e quelli visibili in pochissime occasioni nel convento di Tor de' Specchi a due passi dal Campidoglio. Ma non si tratta che di qualche esempio. E comunque le monache fanno entrare qualche volta.

Poi ci sono bei conventi anche in zone che non ci si aspetta. Di seguito una foto del piccolo convento annesso alla chiesa di Sant'Isidoro a Capo le Case, proprio a due passi dalla romana via Veneto se si conosce la scalinata per arrivarci (praticamente dal lato opposto della chiesa dei Cappuccini). Sempre a Roma- a pochi passi dai palazzoni dell'Eur- c'è la storica Abbazia delle Tre Fontane che documenta anche alcuni episodi della vita di San Paolo e che nel medioevo fu visitata anche da Carlo Magno.


 ambiente del convento di S.Isidoro via Capo le Case a pochi passi dalla mondana via Veneto-foto ap

 


monumento a San Nilo nel piazzale antistante
l'Abbazia Greca di Grottaferrata (Rm)-foto Em.Al 2011

Per l'aspetto storico vanno comunque citati i precedenti dei monaci basiliani (San Basilio Magno, 330-379) ed ovviamente non va dimenticato che nell'ambito dell'esperienza bizantina (in particolare al sud, ma anche a Roma) c'erano diversi monasteri di tradizione greca. E l'ancora funzionante abbazia di Grottaferrata (fondata- poco dopo l'anno mille- da San Nilo nei pressi di Roma) ricorda questo passato.

Riferiamo poi che Farfa, benchè vicinissima a Roma, nacque inizialmente come una delle c.d. abbazie imperiali del tempo, meno collegate al papato. Principi e regnanti erano spesso vicini ad alcune abbazie. Un caso noto, ad esempio, è quello dei rapporti di Matilde di Canossa con l'abbazia di San Benedetto in Polirone (provincia di Mantova).


abbazia San Benedetto in Polirone

Per fare qualche bella gita insomma ci sono diversi spunti. Fra l'altro in diversi dei luoghi citati- ma anche in altri- vi sono numerose opere d'arte, talora archivi e biblioteche importanti. Appena di seguito due foto dell'imponente Sacra di San Michele (nei pressi di Susa) che fu completata nel secolo XI in un luogo utilizzato già in epoca romana per motivi militari.

A parte un'ulteriore necessaria citazione per l'Abbazia di San Colombano (a Bobbio in provincia di Piacenza, fondata nel VII secolo), richiamiamo diversi altri monasteri con ulteriori foto ed alcuni collegamenti.



la Sacra di San Michele in Piemonte, foto © maxironwas-dreamstime




la Sacra di San Michele vista da lontano, foto © maxironwas-dreamstime

 foto di altri monasteri in Italia

eremo Santa Caterina del Sasso, Lago Maggiore
Eremo di Santa Caterina del Sasso nel magnifico scenario del Lago Maggiore-foto Cristinafil 2012 dir.ris.

 


ruderi abbazia San Galgano, foto wikipedia


abbazia di Fossanova (Lt),foto ap


abbazia di Montecassino (Fr), da wiki
Nel Lazio va citato anche il notevole complesso monastico di Subiaco
In certi periodi della storia le abbazie di Farfa e Montecassino disponevano di milizie
in quanto avevano delle zone di pertinenza


°°°

 


portico certosa di Padula, foto ap


anche a Roma, ovviamente non mancano monasteri e conventi spesso antichi
Sopra il complesso dei SS.Quattro Coronati al Celio, foto © Mario Carbone-dreamstime (nello stesso affreschi medievali)


campanile della storica abbazia di Farfa (Ri)
foto F. Mei-wikipedia



basilica annessa a Santa Maria di Farfa-foto ap 2012


alcuni riferimenti utili sul web

Abbazia di Fossanova (Lt)

Abbazia di Sassovivo (Pg)

Abbazia di San Pietro-Perugia

Abbazia di Nonantola -Modena

Certosa di Trisulti (Fr)

Abbazia di Valvisciolo (Lt)

Abbazia di Chiaravalle ed altre del maceratese

Abbazia di Montecassino (Fr)

Cava dei Tirreni (Sa)

Abbazia Farfa (prov Rieti)


Abbazia Benedettina di Praglia nei pressi di Padova (le origini risalgono ai secoli XI-XII)
foto Frank 72
Oltre all'Abbazia di Paglia, va segnalata nel padovano anche l'antica Abbazia di S. Maria delle Carceri

 

un'esperienza molto antica (VI secolo) di monachesimo è il Vivarium fondato da Cassiodoro nei pressi di Squillace in Calabria. Risale invece al 731 la creazione dell'importante monastero di San Vincenzo al Volturno (le attuali rovine sono in provincia di Isernia)

itinerario francescano nel reatino

cattedrali in Inghilterra

monasteri, borghetti e percorsi nel Lazio (Roma inclusa)

 

home